CODICE ETICO

In data 8 giugno 2001 è stato pubblicato il Decreto legislativo n. 231 (di seguito D.Lgs. 231/01), che ha inteso adeguare la normativa nazionale in materia di responsabilità delle persone giuridiche ad alcune convenzioni internazionali cui l’Italia ha già da tempo aderito. 

A tal proposito, il D.Lgs. 231/01 ha introdotto una peculiare forma di responsabilità degli enti per alcuni reati commessi, nell’interesse o a vantaggio degli stessi, da:

  • soggetti che rivestano funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione dell’Ente o di una sua unità organizzativa dotata di autonomia finanziaria e funzionale;
  • da persone che esercitino, anche di fatto, la gestione ed il controllo dello stesso;
  • da persone sottoposte alla direzione o alla vigilanza di uno dei soggetti sopra indicati.

 

Tale responsabilità si cumula a quella della persona fisica che ha commesso il fatto illecito e sussiste anche quando l’autore del reato non è stato identificato o non è imputabile, ovvero quando il reato si estingue per causa diversa dall’amnistia. 

Al fine di non incorrere nella sopra citata responsabilità, l’ente deve aver adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto, un modello di organizzazione e di gestione (cosiddetto MOG) idoneo a prevenire i reati della specie di quello verificatosi. 

A tal proposito, BNL Finance SpA ha adottato (ed aggiorna costantemente) lo specifico MOG, il cui scopo è la predisposizione di un sistema strutturato ed organico di procedure ed attività di controllo (preventivo ed ex post) per la consapevole gestione del rischio di commissione dei reati, mediante l’individuazione delle attività sensibili e la loro conseguente proceduralizzazione. 

Parte integrante del MOG è il Codice Etico che contiene l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità di BNL Finance SpA nei confronti di tutti gli “stakeholder” (soggetti che prestano attività lavorativa presso BNL Finance, fornitori, collaboratori esterni, Pubbliche Amministrazioni, ecc). Esso mira a raccomandare, promuovere o vietare determinati comportamenti e può prevedere sanzioni proporzionate alla gravità delle eventuali infrazioni commesse. 

Il Codice etico mediante i suoi elementi costitutivi, principi e norme, offre una base per esprimere credibili giudizi sulla reputazione dell'impresa e stabilire relazioni di fiducia tra l'impresa e i suoi molteplici stakeholder; fornisce ai "partecipanti" all'organizzazione i parametri per un corretto esercizio dell’autorità e della delega ed è uno strumento di autoregolamentazione che estende le regole di corporate governance dalla sfera delle relazioni con gli azionisti e gli investitori a quelle più ampie con tutti gli stakeholder 

Infine, sempre a norma del citato D.Lgs. 231/01, è stato costituito l’Organismo di Vigilanza di BNL Finance SpA (cosiddetto OdV), con il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza del Modello e sul suo aggiornamento, improntando la propria azione sulla base di principi di autonomia ed indipendenza. L’OdV è inoltre il destinatario delle segnalazioni, da chiunque predisposte (personale, agenti, fornitori, clienti, ecc.), relative ad eventuali violazioni o sospetto di violazione del Codice Etico e/o del MOG ex D.lgs.231/01. I canali di comunicazione che possono essere utilizzati per l’invio di segnalazioni sono: 

Posta tradizionale, al seguente indirizzo: 
BNL Finance - Organismo di Vigilanza ex D.Lgs. 231/2001 Viale Altiero Spinelli, 30, 00157 - Roma (RM) 

Posta elettronica, al seguente indirizzo e-mail: 
ODVBNLFinance@bnlmail.com 

Parte Generale
Codice Etico

TROVA l'AGENZIA BNL PIU' VICINA

Indirizzo completo o CAP specifico